Pagine

sabato 5 luglio 2014

PINK MAGAZINE, il romance con glamour

Benventute in Pink, il nuovo magazine di Letteratura Romance in tutte le sue declinazioni. Il primo numero di questa rivista cartacea (volendo si può sfogliare anche on line), è dedicato a Jane Austen, indiscussa regina del romance, anche se la grafica suggerisce una chiara ispirazione a Audrey Hepburn. Numerosi gli articoli di approfondimento su famose autrici e su curiosità del mondo Romance come per esempio gli Scones, immancabili biscotti che accompagnano le protagoniste dei romanzi della Austen. Molte recensioni che spaziano dai classici sull’amore alle nuove uscite in ebook e ai romanzi da trovare in libreria. Interessante la sezione dei racconti rosa, aperti alle lettrici di Pink che potranno inviare i loro lavori per poi vederli pubblicati. Redattore di assoluta eccellenza lascrittrice Paola Picasso, presente con un suo racconto inedito, un’intervista e la sua rubrica di Posta del cuore, alla quale le lettrici potranno inviare loro dubbi e incertezze in tema di relazioni Del resto con oltre 200 pubblicazioni romance all’attivo, Paola Picasso si può ben considerare un’esperta in materia d’amore.
Per le aspiranti scrittrici, l’editor Alessandra Penna svela i segreti
per poter scrivere un romanzo di successo, guidandoci tra le righe e cercando di portare fuori dai vostri diari le storie che meritano di essere raccontate.
Molte le rubriche, come quella dedicata ai film tratti da best seller, in questo numero Orgoglio ePregiudizio, poi un pensiero maschile un po’ irriverente e il test del principe azzurro ma anche interviste a personaggi dello spettacolo come l’attore e cantante Steve Balsamo, protagonista di Jesus Christ Superstar.
Non vi resta che leggerlo!
il sito dove curiosare nella redazione e accedere alla rivista on line. Ancora non si sa il prezzo e dove si troverà, nell’attesa godiamoci questo numero molto glamour e accattivante.
Potete trovarlo anche su Facebook Pink Magazine Italia
Editore Velut Luna Press. Direttore Editoriale Alessandra Bazardi. Responsabile Editoriale Sam Stoner. Caporedattore Cinzia Giorgio. Redattori: Alessandra Penna, Paola Picasso, Sara Rania, Alessandra Rinaldi, Francesca Rossi. Collaboratori: Bruna Alasia, Arthur Lombardozzi, Marco Proietti Mancini. Fotografie: Daniela Contini, Letizia Contini, Monica Ferzi. Progetto Grafico e impaginazione Simone Stirati.  

martedì 29 ottobre 2013

LA DONNA WATER


La donna e il sesso.
Un mondo a parte. Sconosciuto ai più,  decisamente sconosciuto a me.
Da quanto letto negli articoli, scritti da donne, si evince che a letto, l’irruente cialtroneria conta più dell’accorta fantasiosa gentilezza. Prendere una donna con determinazione ai limiti dell’uso di un oggetto conta più che non l’approcciarsi con curiosa delicatezza. Come se il corpo femminile, quello dell’amata, debba diventare tra le lenzuola un oggetto con il quale l’uomo deve solo spassarsela. Qualunque altro tipo di approccio è disastroso, genera confusione nella donna che si aspetta cialtronesche manipolazioni e “prese” degne di un incontro di wrestling. Ed ecco che il gentiluomo è fregato, non ha alcuna speranza di uscirne vivo.
In base agli articoli, e a quanto riscontrato personalmente, l’amata si trasforma tra le lenzuola in un’estranea. L’unica soluzione è istituire dei corsi per rendere grevi i gentiluomini. Renderli sordi alle richieste dell’amata che non si aspetta di essere ascoltata. Trasformarli, insomma, in dei zotici menefreghisti. Bisogna far comprendere ai gentiluomini che nel fare l’amore con l’amata devono limitarsi a svuotare il loro scroto. Per carità una dose giusta di preliminari è necessaria, ma solo quanto basta, poi si svuota il tutto e tanti saluti. Qualsiasi altra manovra sarebbe un suicidio sessuale-emotivo.
Insomma la donna tra le lenzuola, deve essere una sorta di water, prezioso e di design, ma sempre water. Si fanno i propri bisogni e si tira la catena, magari per i più sofisticati si passa la mano davanti la fotocellula. Tutto qua. La formula per soddisfare l’amata al letto è Brutalità e Menefreghismo, del resto non mi sembra che pozzi-ginori tra le istruzioni delle proprie porcellane abbia scritto “ … dopo l’utilizzo abbracciare amorevolmente la tazza del cesso” J


Considerazioni stoneriane nate dalla lettura dei numerosi articoli a base scientifica che parlano dei desideri sessuali femminili  e dalla mia esperienza sul campo. Anche se sono fiducioso.
Qui sotto il link di alcuni dei principali siti e blog dedicati alle donne e scritti da donne che presentano la donna come un essere alieno...

 

mercoledì 20 marzo 2013

Chick lit: Il principe della notte


 
Non c’è che dire, Francesca Baldacci è l’ultima delle romantiche di questo pianeta. Nulla la ferma quando ha una penna in mano ( ok, nel 2013 si scrive sul pc, ma io sono della vecchia scuola carta e penna). Dopo il divertente racconto uscito nella serie Chick Chick Hrrà con Chichili, si cimenta in una storia di più ampio respiro in una narrazione in prima persona. Franchina, scrittrice di medio successo ma anche fidanzata, donna, figlia, amica.
Un personaggio simpatico che si muove nella vita spronata dal suo romanticismo. Non solo presente nel rapporto di coppia ma in tutto ciò’ che fa.
Le Protagoniste di Franca Baldacci si fanno sempre voler bene dal lettore e Franchina non sfugge a questa regola.
Un po' di mistero, romanticismo e colpi di scena. Una ricetta che l’autrice conosce molto bene, altrimenti non saprebbe usarla con tale consapevole sicurezza, arricchita da ingredienti segreti che fanno de Il principe della notte un chick davvero gustoso.
Una lettura scorrevole e simpatica.
 
Il Pincipe della notte di Francesca Baldacci
eBook - Euro 0,99
Amazon e sulle principali librerie elettroniche
 

sabato 16 febbraio 2013

Presentazione di "L'amore, questo bastardo"


 
Presentazione “L’amore questo bastardo” di Sam Stoner
Roma, 14 febbraio 2013
Centro Culturale Elsa Morante

Avevo sperato in una presentazione che avesse poco di istituzionale e che fosse più un alternarsi di riflessioni sull’amore, da parte mia e delle persone presenti. Così è stato.
Atmosfera allegra e ironica. Ci siamo concessi qualche pensiero importante, venuto sia dalle donne che dagli uomini, ma solo qualcuno.

Ho parlato delle mie tragiche esperienze amorose, il che spiega in parte le mie esternazioni sull’amore e il tono cinico nei racconti, e di come io ne sia uscito fuori. Uscito fuori… si fa per dire.
Ho letto qualche pagina de L’amore questo bastardo, ma non le pagine più ciniche a detta di alcune lettrici presenti. Questo avvalora il diverso punto di vista maschile e femminile.

Molti visi amici, qualche scrittore (eravamo in sei), molte belle donne, bisogna dire che il livello medio di beltà ha registrato picchi inesplorati, molte teste pensanti, il che unito ai corpi tutte curve faceva delle presenti delle donne moooolto pericolose.

Sul palco, Sam Stoner e Cristiana Iannotta autrice dell’opera “Senza rete di protezione”, esilarante racconto sulla vita di coppia e del tentativo di avere un bambino visto sia dal punto di vista femminile, decisamente pragmatico, e di quello maschile, a dir poco sognante. Poi la scrittrice Cinzia Giorgio, a giorni uscirà il suo giallo L’Enigma Botticelli, finalista al premio tedeschi 2012, e il direttore del Centro Pier Luigi Manieri, scrittore e saggista.

Con il mio racconto ho indagato alcuni meccanismi propri dell’approccio e delle prime uscite di coppia, con il racconto di Cristiana siamo passati al matrimonio e all’avere un bambino. Un filo narrativo interessante che ha in comune la visione dell’uomo nella veste di compagno come fantasma, un ectoplasma che quando agisce incasina le cose. Meglio che pensi a vedere le partite e il gran premio e che vada a giocare a calcetto.

Per tutto il resto ci pensa la donna. Decide anche se e come stare insieme. Decide quanto e quando e se sposarsi. Insomma, noi uomini non siamo in grado di andare oltre alla rosa regalata per le feste comandate e al sesso. E a dire la verità, già solo ricordarsi la data di un anniversario la vedo una sfida importante.

Ringrazio Claudio Biondi, Marco Proietti Mancini, Pier Luigi Manieri e Pietro Alercia ( sì, prima gli uomini e poi le donne! Tiè) e poi Cinzia Giorgio e Cristiana Iannotta, Alessandra Rinaldi , Elisabetta, Luigina Bongo e Paola Barbuto, Alessia Zarrelli, Daniela Floreani, Graziella Passeri, Francesca Staiti, Barbara Petrocchi e quanti con la loro presenza hanno contribuito a rendere piacevoli e divertenti le due ore passate a disquisire d’amore.
 
Scarica la versione ebook del racconto a soli 0,99 euro sul sito ufficiale http://lamorequestobastardo.blogspot.it
 
 

mercoledì 13 febbraio 2013

Sam Stoner presenta il suo racconto


Sam Stoner (ossia io) e il suo "L'amore, questo bastardo" ti aspettano giovedì 14 febbraio (San Valentino) alle ore 18 all'Eur - Roma nel prestigioso Centro Culturale Elsa Morante (Piazza Elsa Morante)

Parlermo d'amore e dei suoi inganni, delle follie che si compiono in nome di questo sentimento rendendo ridicolo anche il più serioso degli esseri umani.

Maestra delle cerimonie sarà la scrittrice Cinzia Giorgio, cara amica, co-fondatrice del Mary Shelley Project insieme al sottoscritto e cultrice del genere chick lit, avendo scritto pregevoli opere di genere.
Accoglienza assicurata da Pier Luigi Manieri, direttore del Centro Culturale.
Ospite Cristiana Iannotta che presenterà il suo racconto chick "Senza rete di protezione".

Ci sarà la possibilità di acquistare il mio racconto "L'amore, questo bastardo" per tutti coloro che hanno trovato difficoltà a scaricarlo. Sempre al prezzo di 0,99 euro.
Vi aspetto.
Sam Stoner

mercoledì 7 novembre 2012

L'amore, questo bastardo




L'amore, questo bastardo
Ebook
2012
Euro 0,99
Chichili Agency
Vincitore del concorso letterario indetto dalla casa editrice Chichili Agency
Sito ufficiale

L'amore, questo bastrado potrebbe essere il titolo di uno dei miei soliti velenosi post, invece è il titolo del mio ultimo racconto pubblicato in formato Ebook con la Chichili Agency.
In questo racconto ho narrato le vicende di un single incallito che incontra per la prima volta l'amore. Mi sono divertito a svelare i pensieri, cattivissimi, del protagonista, poco propenso a mollare i suoi privilegi da single per vivere nella coppia.
Sul sito ufficiale troverete curiosità, la genesi del romanzo legata alle mie vicende personali, un'estratto gratuito del primo capitolo e le indicazioni per l'acquisto. Chiamarlo acquisto mi sembra esagerato visto che il prezzo è di 0,99 centesimi. Visti i tempi magri mi sembra ottimo.
Buona lettura.
Sam Stoner
  


Trama
Andrea, single incallito, conosce Giulietta, avvenente coetanea, con la quale inizia a vedersi. Uscita dopo uscita si crea tra loro un legame che spinge Giulietta a esternare un sentimento più profondo. Andrea, spaventato da un rapporto di coppia che comporterebbe responsabilità e la rinuncia alla vita da single, tenta di uscirne con la menzogna perdendo Giulietta. I due si incontrano di nuovo dopo tre anni...

venerdì 19 ottobre 2012

Quante volte l'uomo pensa al sesso


di Sam Stoner
L’uomo penserebbe al sesso 18 volte al giorno secondo una ricerca condotta dalla Ohio State University di Mansfield (USA), riportato su LiveScience. Il che è una bella media e ci consentirebbe di appropriarci del titolo di Porci con lode.
Credo alle statistiche, tuttavia avendo sottomano l’oggetto dell’esperimento, l’uomo, ossia me stesso (per quanto qualche mia ex avrebbe qualcosa da ridire riguardo questa ardita affermazione), ho provato direttamente. Ebbene sì, mi sono sottoposto ad un pericoloso esperimento. Alle 12.15 di un sabato pomeriggio settembrino mi sono recato in un centro commerciale. nL'ora era di massima affluenza. Cronometro in una mano e pallottoliere nell’altra, mi sono buttato nella mischia per contare quante volte, nell’arco di 60 minuti, avrei pensato al sesso.
Il risultato è stato strabiliante! Alimentando il mio machissimo ego.
Ho contato ben 50 pensieri di matrice sessuale in un un’ora. 18.250 volte in un anno!
Scollature, glutei, cosce bocche, tacchi, mani, schiene flessuose, un’orgia di sesso che ha attraversato trasversalmente ogni età regalandomi un’erezione che mi ha accompagnato per tutto il pomeriggio, un’erezione  che avrebbe soddisfatto la più esigente delle amanti. Un'erezione che avrei voluto regalare a ogni donna presente nel centro commerciale. Nenziali acquirenti ma solo odalische che mi desideravano. Per fortuna il rigore scientifico ha avuto la meglio.

Bisogna considerare una serie di fattori, pro e contro l’esperimento:
- si trattava di un mese estivo e quindi l’abbigliamento femminile era succinto
- a seguito di un intervento chirurgico erano mesi che non avevo alcun tipo di contatto sessuale con un essere umano di qualsiasi sesso.
- non sono un erotomane che si porterebbe a letto anche la zia pur di “farlo”, anzi sono piuttosto tranquillo sotto questo aspetto, anche troppo secondo la mia ultima ragazza
- mi trovavo in un centro commerciale e non in spiaggia!
- in questi ultimi anni l’emancipazione femminile ha determinato da una parte un inzzoccolimento delle donne sopra i 50 anni le quali si scoprono senza alcun freno, e un smiggnottamento delle donne sotto i 18 anni le quali già a partire da età una volta considerata “età pubescente”, si scoprono trasformandosi in un esercito di lolite turbando non poco i maschi loro coetanei. E pure il sottoscritto, che con evidente difficoltà è riuscito a distinguere di spalle a chi appartenessero un paio di chiappe a malapena coperte da micro pantaloncini e sorrette, le chiappe, da un tacco 10 centimetri.
Quindi, ritengo l’esperimento attendibile e veritiero e applicabile anche a uomini sposati o  fidanzati con compagna a seguito.
Care amiche, quando troverete un’insolita erezione scalpitare nei pantaloni del vostro lui chiedetevi se non sia merito delle vostre amiche o delle estranee che avete incontrato durante la passeggiata o la serata in discoteca. Al vostro posto non starei tanto a sottilizzare, un’erezione si prende sempre al volo, anche perché se non lo farete voi state pure tranquille che qualcuna pronta ad “afferrarla” ci sarà sempre.   
Sconsiglio vivamente di commissionare acquisti al vostro compagno in centri commerciali nei mesi estivi e se lo lasciate andare in vacanza da solo attrezzatevi per sorreggere un paio di corna di proporzioni bibliche.